mercoledì 13 aprile 2011

°° Cielo °°

Non so se anche a voi capitano dei momenti in cui la vostra creatività ed immaginazione vi abbandonano all’improvviso,magari nei momenti meno opportuni. In ambito letterario questo fenomeno è chiamato “blocco dello scrittore” ed è un periodo che ,prima o poi, passano tutti gli autori.
Ma a risolvere il problema c’è,ovviamente, la nostra “musa ispiratrice”,che può essere un oggetto concreto o astratto,una persona,un luogo particolare, anche un suono o un dipinto. Questi ci portano ad immaginare veramente l’Infinito,come afferma il noto poeta Giacomo Leopardi,il quale tratta di tematiche che mi hanno fatto riflettere,e molto.
Per quanto mi riguarda io trovo l’ispirazione…nel CIELO!
Esso dà quel senso di tranquillità e pacatezza,che nessun altro elemento può dare.Prende sfumature di mille colori ed appare ,ai nostri occhi, diverso di giorno in giorno.
Fortunatamente nella mia stanza si può vedere un ritaglio di cielo che volge all’orizzonte. E vi assicuro che durante il tramonto è uno spettacolo meraviglioso! Vi lascio con alcune immagini e una bellissima poesia… Adiós^-^











                                                 X AGOSTO

                                    San Lorenzo , io lo so perché tanto
                                    di stelle per l'aria tranquilla
                                    arde e cade, perché si gran pianto
                                    nel concavo cielo sfavilla.

                                    Ritornava una rondine al tetto :
                                    l'uccisero: cadde tra i spini;
                                    ella aveva nel becco un insetto:
                                    la cena dei suoi rondinini.

                                    Ora è là, come in croce, che tende
                                    quel verme a quel cielo lontano;
                                    e il suo nido è nell'ombra, che attende,
                                    che pigola sempre più piano.

                                    Anche un uomo tornava al suo nido:
                                    l'uccisero: disse: Perdono ;
                                    e restò negli aperti occhi un grido:
                                    portava due bambole in dono.

                                    Ora là, nella casa romita,
                                    lo aspettano, aspettano in vano:
                                    egli immobile, attonito, addita
                                    le bambole al cielo lontano.

                                    E tu, Cielo, dall'alto dei mondi
                                    sereni, infinito, immortale,
                                    oh! d'un pianto di stelle lo inondi
                                    quest'atomo opaco del Male!
                                                                                                     ( Giovanni Pascoli )


Vale =)

2 commenti:

VALENTINA ha detto...

Ciaooooooooooooo Vale... Piacere di conoscerti... Grazie mille per esserti aggiunta nei "Lettori Fissi" del mio Blog... Veramente grazie... Wow... E' bellissimo il tuo... Mi piace molto lo sfondo e il titolo che hai messo... Brava!!!!!!! Davvero brava!!!!!!! Volevo anche dirti che ho un secondo Blog... Si chiama: "Mondo Walt Disney!!!!!!!!!!" Se vuoi passare... Un bacio... Buona serata...

Vale :) ha detto...

Grazie mille per i complimenti!!! Passo immediatamente nel tuo secondo blog ^-^